Centro Culturale Chiasso

08.05.2022—02.10.2022

Il m.a.x museo di Chiasso presenta la prima mostra antologica della quarantennale carriera del designer, svizzero Vito Noto (1955).

La mostra, che si inserisce nel filone espositivo della “grafica contemporanea” ripercorre l’iter creativo e professionale dell’artista, mostrando il processo concettuale dal quale sono scaturiti i progetti che hanno caratterizzato la sua carriera. In mostra sono esposti, organizzati in un criterio cronologico e tematico, oltre trecento pezzi fra modelli, prototipi, disegni tecnici, bozzetti preparatori, studi di logo, prodotti e macchinari industriali. La sua vasta produzione si articola fra visual design, product design e industrial design.

Prima di iniziare la sua specifica formazione sul design, Vito Noto ha l’occasione di conoscere Max Huber, al quale chiederà suggerimenti in merito alla Scuola, dove egli insegna insieme ad altre rinomate personalità internazionali, tra cui Alberto Rosselli, Isao Hosoe, Narciso Silvestrini, Bruno Munari, Achille Castiglioni, Bob Noorda, Gillo Dorfles che saranno docenti del giovane designer. Conseguito il diploma alla Scuola Politecnica del Design e dopo esperienze professionali fra Oberdorf, Amburgo e Parigi, rientra in Cantone Ticino e apre uno studio, ritenendolo il territorio ideale per mantenere i contatti con il resto d’Europa. A Cadro, dove apre il suo studio, si dedica a progetti di rilevanza soprattutto nel settore industriale tessile, per ditte svizzere e italiane di alto calibro, così come nell’ambito labomedicale. Si occupa inoltre di corporate image, di branding e identità visiva anche per ditte del territorio ticinese. Si è dedicato anche al disegno di francobolli svizzeri e alla realizzazione di monete commemorative per la Confederazione elvetica. Diversi suoi progetti hanno ottenuto importanti premi: premio Design Preis Schweiz nel 1995, Compasso d’Oro (1991 e 1994), iF Die Gute Industrieform (1985 e 1990), ADI Design Index (2000, 2002 e 2016) e A’ Design Award (2017).

L’artista ha donato al m.a.x. museo tutto il suo archivio. Le opere sono quindi entrate a far parte della collezione d’arte del m.a.x. museo. L’esposizione è realizzata, inoltre, grazie a prestiti di istituzioni pubbliche e collezionisti privati.

La mostra è a cura di Mario Piazza e Nicoletta Ossanna Cavadini.

 

Didascalia: Vito Noto, Giorno/Notte, orologio da polso by Pierre Junod, 2016