Cinema Teatro

Festival Jazz

14.03.2019

20.45

pianoforte Fred Hersch

Per la sua « residenza » Fred Hersch ha scelto le formule a lui più congeniali, quelle più adatte ad esaltare le sue immense doti di raffinatissimo virtuoso. 
A cominciare dal solo, una sfida per ogni pianista che Hersch affronta da sempre con una personalità per molti versi unica, come attestano gli undici dischi in solo che affollano la sua discografia. Da Rodgers & Hammerstein a Jobim passando per il prediletto Monk, ha affrontato un repertorio ampio e variegato immergendolo nel suo coinvolgente approccio improvvisativo, come ben documenta il più recente album in solo, Open Book, che dà titolo anche a questo concerto. Un impetuoso diario in musica, quasi un flusso di coscienza sonoro nel quale galleggiano temi monkiani, torna Jobim con Zingaro, non mancano riferimenti a standard come Whisper not e c’è soprattutto molto Fred Hersch.

 

fredhersch.com