Spazio Officina

11.05.2019

Sul tema “Cultura e innovazione umanistica”, questo evento rappresenta un ponte culturale-artistico tra Chiasso e San Francisco, dove lo spettacolo-performance va in scena come “prima” negli Stati Uniti nel novembre 2018 su invito della “International Society for Art, Science and Technology: Leonardo / ISAST”, mentre sarà in scena a Chiasso l’11 maggio 2019 presso il Centro Culturale Chiasso allo Spazio Officina. L’autrice-regista dell’evento, Anna Bacchia, è fra i premiati del Luxembourg Premio Mondiale per la Pace 2017 per i temi della sua ricerca in scienze umane, da cui è nato lo spettacolo-performance. Nell’evento il tema del “dar Voce” emerge come una appassionante innovazione che si pone “oltre la sinestesia”. La “r-evolution” espressa dalla voce intuitiva inesplorata dell’essere umano è messa in scena come chiave che immette il pubblico nel fronte più avanzato della scienza, in un inimmaginabile comprendere, in un nuovo entusiasmante pensare e diventare interpreti di un illuminante umanesimo. Il pubblico presente potrà farne esperienza assistendo a toccanti storie e dialoghi fra scienziati, artisti e uomini come noi, a cui Anna Bacchia dà voce, mentre i climi e le vicende che si creano in scena sono intessuti nelle improvvisazioni vocali creative di Enrica Bacchia.
L’unicità di questo spettacolo si manifesta anche attraverso un dialogare inconsueto, anà-logico (oltre la logica), semplice e coinvolgente, che ci apre come una sorprendente espansione del nostro intuire, cogliere e immaginare. Fra udito e in-(a)udito. In un viaggio fra Scienza e Umanità, fra sorprese e intuizioni, lo spettatore scopre appassionanti risposte alle s de e alle opportunità della vita contemporanea, a partire da una rinnovata coscienza di sé e delle inesplorate straordinarie qualità intuitive e creative dell’uomo quale protagonista di un nuovo co-creare e co-abitare la Terra.