Cinema Teatro

07.06.2019—08.06.2019

 

“UL SUU IN CADREGA”

Masseria ProSpecieRara, San Pietro di Stabio

ingresso gratuito

In caso di cattivo tempo la Manifestazione si svolgerà presso il Salone dell’Ex-Asilo di S. Pietro

 

Nel corso degli anni l’eco delle note di Verso Festate, nella suggestiva cornice della Masseria ProSpecieRara, si è diffusa in tutto il Cantone. L’originale ricercatezza dell’offerta musicale, la suggestiva ambientazione e la semplice qualità delle proposte di ristoro, fanno della due giorni di Verso Festate uno degli eventi gratuiti di maggior interesse tra le manifestazioni estive del territorio. Un festival che può sorprendere con la malia offerta dalla musica popolare. Quella che spezza i confini, quella che si nutre dei movimenti migratori, quella che è sempre capace di emozionare e di accendere la fantasia , tracciando rotte artistiche spesso sorprendenti. La musica popolare che commuove e diverte, eccita gli spiriti e innesca emozioni. “Ul suu in cadrega” di VersoFestate ha il pregio di proporre scelte artistiche e umane mai scontate, urgenti, contemporanee. Musica dunque quale nutrimento per l’anima e la memoria”.

VENERDÌ 7 GIUGNO

Cortile del Palazzo, ore 19.00

Lo spazio prezioso del ricordo “LE SIGNORE DEL PALAZZO”

Intervento dell’arch. Paolo Canevascini

Aperitivo offerto

Apertura bar e cucina, ore 19.00

 

 

LAMORIVOSTRI – Rosabella, ore 21.00

Lavinia Mancusi       voce, chitarra, violino e percussioni

Monica Neri               organetto, lira calabrese, ciaramella e percussioni

Rita Tumminia          voce, organetto, percussioni

 

Lamorivostri, gruppo tutto al femminile dal fascino particolare e inconfondibile, dedito alla ripresa di molti temi musicali della tradizione storica e culturale del Centro-Sud d’Italia, senza disdegnare l’influenza melodica dei mondi musicali dell’area mediterranea. Tradizione e innovazione, creatività e passione, caratterizzano la musica di questo trio che ci regala melodie intense e capaci di evocare la memoria della poesia popolare nelle storie di donne di ieri e di oggi.

https://youtu.be/eG5sCfVX-ww

 

RONA HARTNER – The Balkanik Gospel, ore 22.30

 

Rona Hartner            voce

Vincent Rodriguez   batteria, percussioni

Bartholo Claveria     chitarre

Victor Rahola                       basso tuba, helicon

Ivica Bogdanic          fisarmonica

Franck Séguy           clarinetto, piano

 

Rona Hartner, cantante, danzatrice e attrice di fama internazionale (ricordiamo Gadjo Dilo di Tony Gatlif) porta sul palco il suo ultimo progetto musicale “The Balkanik Gospel”. Con i suoi musicisti unisce e miscela gospel, fanfara, jazz e musica di ispirazione tradizionale balcanica trasformandola in un viaggio ribollente, festoso e spirituale.

http://www.ronahartner.com/         http://www.balkanikgospel.weebly.com

 

Dj SHIN, ore 24.00

 

SABATO 8 GIUGNO

Apertura bar e cucina, ore 19.00

 

 

DJELEM DO MAR, ore 21.00

 

Sara Marini e Fabia Salvucci          voci e percussioni

Lorenzo Cannelli                             pianoforte e bouzouki

Franz Piombino                               basso elettrico

Michele Fondacci                            batteria, set elettronico

Paolo Ceccarelli                               chitarre

 

La passione per le sonorità etniche, l’amore per la riscoperta delle musiche tradizional-popolari e dei canti antichi, delle radici e del senso di appartenenza accomuna Sara Marini e Fabia Salvucci nelle loro creazioni musicali. Djelem in lingua romanì significa “camminare, andare, viaggiare”; do mar, in portoghese significa “del mare”. Partiamo quindi per un viaggio contaminato da linguaggi musicali che si fondono tra sonorità rom, yiddish, ritmi latini, melodie greche, basche, arabo flamenche e musica tradizionale italiana. Un percorso che si caratterizza come lavoro di rilettura della musica etno-popolare a due voci che in contrappunto raccontano le storie di diversi popoli.

https://www.youtube.com/watch?v=3mHoxHAV-2M

 

 

DANIELE SEPE Feat, LAVINIA MANCUSI – The cat with the hat 22.30

 

Daniele Sepe             sax, flauto

Paolo Forlini            batteria

Tommaso de Paola  pianoforte, Rhodes, Hammond

Davide Costagliola   basso elettrico

Robertinho Bastos   congas, berimbau, talking drum, percussioni

Lavinia Mancusi       voce, percussioni

 

Daniele Sepe, accompagnato da cinque artisti propone un lavoro musicale dedicato a Gato Barbieri. Un omaggio originale e struggente in cui sceglie di prendere in prestito la mente del sassofonista argentino e profetizzare arrangiamenti di brani vari come se li avesse suonati lui, come se la sua presenza fosse nel suonare stesso. Un’idea coraggiosa che rende palpitante la devozione e la pressante necessità di un saluto musicale.

https://youtu.be/vN2RprXb_Bs     https://youtu.be/yuill0KyXW8      https://youtu.be/Cr-NG2ec-yM

 

 

Dj SHIN 24.00