Centro Culturale Chiasso

La Rinascente. 100 anni di creatività d’impresa attraverso la grafica. 100 Years of Corporate Creativity through Graphic Design

a cura di Mario Piazza e Nicoletta Ossanna Cavadini

Skira, Ginevra-Milano, 2017

bilingue italiano-inglese

24 x 24 cm, pp. 284

ISBN 9788857236568

CHF 36.- / Euro 36


Già nei primi decenni del Novecento La Rinascente avvia una linea comunicativa innovativa, caratterizzandosi come un vero e proprio laboratorio di sperimentazione per la storia della grafica e del design in cui confluiscono artisti, grafici e illustratori che sapranno tradurre e interpretare la ricercata eleganza ma anche la grande diffusione dei prodotti rivolti verso l’ampio mercato dei grandi magazzini.
Dai manifesti in stile liberty disegnati da Marcello Dudovich al monogramma “lR” progettato da Max Huber alle fotografie di Oliviero Toscani, la storia della Rinascente ci offre un secolo di comunicazione d’impresa sempre sorprendente e all’avanguardia.
Ci racconta anche i progetti di tantissimi collaboratori, oggi considerati veri e propri maestri nel campo della grafica, della pubblicità e del design. Un patrimonio infinito di immagini ricche e colorate progettate da Marcello Dudovich, Leopoldo Metlicovitz, Max Huber, Albe Steiner, Lora Lamm, Giancarlo Iliprandi, Brunetta Mateldi Moretti, Pegge Hopper, Roberto Maderna, Roberto Sambonet, Massimo Vignelli, Bob e Ornella Noorda, Aoi Huber Kono, Heinz Waibl, Salvatore Gregorietti, Giovanna Graf, Bruno Munari, Franco e Jeanne Grignani, Italo Lupi, Carlo Pagani, Giancarlo Ortelli, Richard Sapper, Mario Bellini e molti altri, senza dimenticare fotografi come Aldo Ballo, Ugo Mulas, Serge Libiszewski, William Klein e Oliviero Toscani.

Donazioni I. Percorsi della creatività dal Novecento al nuovo Millennio

a cura di Luigi Sansone, Nicoletta Ossanna Cavadini

Progetto Stampa, Chiasso, 2016

italiano

ISBN 9788899563035

CHF 22.- / Euro 22


 

 

I lavori di maestri indiscussi del XX secolo dialogano con quelli di artisti più giovani e promettenti, tracciando dei “Percorsi” attraverso una selezione di grafiche, dipinti, opere materiche, collage e libri d’artista donati dagli stessi artisti o da collezionisti a partire dal 2010 e confluiti nella collezione del m.a.x. museo.
Il catalogo in forma di “raccoglitore a schede” presenta una selezione delle opere in mostra: uno strumento in continua crescita, poiché l’esposizione è concepita come un appuntamento ricorrente che si riproporrà nella programmazione di Spazio Officina con altre opere e altri autori.

Simonetta Ferrante. La memoria del visibile: segno, colore, ritmo e calligrafie. The Memory of the Visible: Sign, Colour, Rhythm and Calligraphies

a cura di Claudio Cerritelli e Nicoletta Ossanna Cavadini (con testi delle curatrici, Daniela Piscitelli, Francesca Biasetton e Marco Sammicheli)

Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo, 2016

bilingue italiano-inglese

24 x 24 cm, pp. 248

ISBN 9788836636594

CHF 36.- / Euro 36


Simonetta Ferrante (Milano, 1930) intrattiene fin da giovanissima rapporti di lavoro e amicizia con i principali esponenti del circolo internazionale di grafici, designer e fotografi presenti nella metropoli lombarda, ma non solo.
Inizia la sua attività nel graphic design presso Max Huber, frequenta su consiglio di Giovanni Pintori la Central School of Arts and Crafts di Londra, lavora con Bob Noorda, poi con Bruno Munari, collabora con Giovanna Graf e Carlo Pollastrini per Supermercati Esselunga, Galgano, Fotorex, Elettrocarbonium, 3M-Minnesota, Mondadori, Rizzoli e Data Control.
Si dedica in seguito all’incisione, alla pittura, al collage, ai libri d’artista, alle installazioni e, in particolare, è affascinata dall’arte calligrafica.
Tali ambiti disciplinari sono complementari e da intendersi quali fasi di un’unica poetica artistica diretta allo studio del segno, del colore, del ritmo e della scrittura: tra grafica, design, arte e calligrafia.

 

La grafica per l’aperitivo. Trasformazioni del brindisi. Storie di vetro e di carta / Graphic Design of the Aperitif. The Evolution of Sociable Drinking. Stories of Glass and Paper

a cura di Gabriella Belli, Giovanni Renzi, Nicoletta Ossanna Cavadini

Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo, 2015

bilingue italiano-inglese

24 x 24 cm, pp. 256

ISBN 9788836632299

CHF 36.- / Euro 36


La passione per l’aperitivo viene qui raccontata attraverso immagini di grande impatto visivo. Manifesti, grafiche pubblicitarie, menu, calendari, insegne – come pure oggetti di design quali tavolini e sedie, bicchieri griffati con i vari logotipi, sottobicchieri e portaghiaccio – mettono in risalto la condivisione di un momento familiare e sociale importante che ha radici nel vivere civile a partire dalla fine dell’Ottocento, fino ad arrivare al contemporaneo happy hour.
Lo scopo è delineare una vera e propria storia della comunicazione di grandi aziende, quali Branca, Campari, Cinzano, Cynar, Martini che affidarono la loro immagine ad artisti illustri, fra cui Leonetto Cappiello, Fortunato Depero, Marcello Dudovich, Mario Gros, Marcello Nizzoli e Armando Testa.

Heinz Waibl. Graphic designer. Il viaggio creativo / The Creative Journey

a cura di Alessandro Colizzi, Nicoletta Ossanna Cavadini (con saggi di Alessandro Colizzi, Nicoletta Ossanna Cavadini, Mario Piazza, un’appendice documentaria e biografia a cura di Sabrina Cerea)

Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo, 2014

bilingue italiano-inglese

24 x 24 cm, pp. 216

ISBN 9788836629107

CHF 36.- / Euro 30


Heinz Waibl (1931), graphic designer, è stato uno tra i più importanti protagonisti nel settore della comunicazione visiva del Novecento, attraverso un linguaggio creativo e innovativo che ancora oggi risulta incredibilmente attuale. Durante la sua lunga carriera, Waibl ha avuto modo di collaborare con nomi illustri del design; fondamentali i suoi incontri con Sigfried Giedion, Max Bill, Bruno Munari, Max Huber, Massimo Vignelli, Achille e Pier Giacomo Castiglioni.
La sua esperienza americana all’Unimark International e in seguito il periodo trascorso a Johannesburg lo porteranno a essere l’ideatore di importanti logotipi, come quello per JCPenney e American Airlines, e a divenire, con il suo rientro in Italia, l’interprete europeo della corporate identity.

Lora Lamm. Grafica a Milano 1953-1963 / Graphic design in Milan 1953-1963

a cura di Lora Lamm, Nicoletta Ossanna Cavadini (con saggi di Carlo Vinti e Mario Piazza, biografia a cura di Sabrina Cerea)

Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo, 2013

bilingue italiano-inglese

24 x 24 cm, pp. 192

ISBN 9788836626533

CHF 34.- / Euro 28


Il volume documenta l’attività svolta a Milano da Lora Lamm (Arosa, 1928). La Lamm è una delle illustratrici più apprezzate e affermate nel campo della grafica pubblicitaria degli anni Cinquanta e Sessanta. Formatasi in Svizzera e attiva a Milano a partire dal secondo dopoguerra, la sua produzione risulta ancora oggi molto attuale per la grande capacità comunicativa, gli studiati effetti cromatici, lo stile originale e raffinato.
Vengono qui presentati alcuni dei suoi più importanti lavori: bozzetti, manifesti, inviti e packaging realizzati per la Rinascente – della quale fu grafica interna e poi consulente creativa – e per altre importanti aziende, tra cui Pirelli, Elizabeth Arden e Niggi.

Joseph Beuys: ogni uomo è un artista. Manifesti multipli e video / Everyone is an Artist. Posters, multiples and videos

a cura di Antonio d’Avossa, Nicoletta Ossanna Cavadini (con un saggio di Rainner Rappmann e con le testimonianze di Joseph Beuys)

Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo, 2012

bilingue italiano-inglese

24 x 24 cm, pp. 192

ISBN 9788836624010

CHF 30.- / Euro 25


Il volume è dedicato a Joseph Beuys (Krefeld, 1921 – Düsseldorf, 1986), un artista che occupa un posto del tutto particolare nel panorama della storia dell’arte contemporanea. Attraverso un’attenta selezione di manifesti, multipli e video, viene indagata l’azione da lui condotta al di là dei ristretti confini dell’idea di arte tradizionale: il concetto ampliato di arte rappresenta il punto di partenza e di arrivo di una concezione della creatività umana che non può più essere circoscritta alla sola arte ma che, secondo Beuys, include al suo interno altri tipi di discipline, in primo luogo la politica e l’economia e con esse tutte le problematiche sociali che necessitano di una reale e radicale trasformazione. A partire dalla seconda metà degli anni sessanta Joseph Beuys puntella la sua pratica di artista, di professore e di uomo, attraverso le discussioni e attraverso la fondazione di organizzazioni, nel tentativo di rendere concreta la comunicazione con gli altri uomini, al fine di costruire una plastica sociale. I saggi raccolti nel volume, a corredo del ricco repertorio illustrativo, approfondiscono le questioni connesse a questa nuova idea di arte e all’attività di comunicazione condotta da Beuys. Completano il volume apparati biobibliografici.

FLUXUS. Una rivoluzione creativa: 1962-2012 / A Creative Revolution: 1962-2012

a cura di Antonio d’Avossa, Nicoletta Ossanna Cavadini (con testi di Antonio d’Avossa, Nicoletta Ossanna Cavadini, Eric Andersen, Henry Martin, Hannah Higgins, Enrico Pedrini, Jacob Proctor, Petra Stegmann, Gianni Emilio Simonetti, Larry Miller, Henry Martin, Arturo Schwarz, Bernard Blistene, Rosanna Chiessi, Gino Di Maggio)

Skira, Milano, 2012

bilingue italiano-inglese

24 x 24 cm, pp. 368

ISBN 9788857215563

CHF 59.- / Euro 49


Il volume Fluxus. Una rivoluzione creativa: 1962-2012 celebra i cinquant’anni della nascita del movimento neo-dadaista sorto nei primi anni sessanta che si sviluppò in parallelo, e spesso in contrapposizione, alla pop art, al minimalismo negli Stati Uniti e al Nouveau Réalisme in Europa, segnando profondamente l’arte e la comunicazione.
In particolar modo approfondisce la ricerca di Fluxus sull’arte grafica, settore cui il movimento diede grande importanza realizzando studi ed elaborati che costituiscono le basi della comunicazione visiva contemporanea.

Bruno Monguzzi. Cinquant’anni di carta / Fifty years of paper

a cura di Bruno Monguzzi, Nicoletta Ossanna Cavadini (con testi di Bruno Monguzzi, Antonio Boggeri, Pierluigi Cerri, Louis Danziger, Ikko Tanaka, Dieter Bachmann, Phil Baines, Mario Pagliarani, Nicoletta Ossanna Cavadini, Claude Lichtenstein, Giovanni Anceschi, Franc Nunoo-Quarcoo)

Skira, Milano, 2011

bilingue italiano-inglese

24 x 24 cm, pp. 256

ISBN 9788857795652

CHF 40.- / Euro 30


“Cinquant’anni di carta”: così Bruno Monguzzi definisce la sua attività professionale iniziata nel 1961. Realizzato in occasione della mostra presso il m.a.x. museo di Chiasso, il catalogo ripercorre la carriera del grafico svizzero insignito del titolo di Honorary Royal Designer for Industry. Prendendo il via dagli esordi professionali, prima londinesi e poi milanesi, viene ripercorsa l’esperienza nel mitico Studio Boggeri degli anni Sessanta, dove anche il grafico Max Huber era arrivato dalla Svizzera vent’anni prima, fino ad indagare gli esiti dei momenti più significativi di un linguaggio che ha marcato la più rigorosa grafica internazionale.
La lunga carriera di Bruno Monguzzi viene raccontata attraverso manifesti, annunci pubblicitari, locandine, pieghevoli, opuscoli, cataloghi e collane editoriali, ma anche attraverso schizzi e bozzetti originali dell’articolato iter che accompagna i vari progetti grafici.